1917

6.9
HD
Rapsodia satanica (1917)

Rapsodia Satanica (1915) è stato l’ultimo film diretto da Nino Oxilia ed è senza dubbio una delle più belle realizzazioni del primo cinema italiano. In esso, Oxilia tesse una variazione sul mito di Faust, qui incarnato dalla diva Lyda Borelli. Tipico dello stravagante estetismo dannunziano al suo apice, Rapsodia Satanica fu uno dei vertici di quello che fu poi chiamato il “film da frac”. Diametralmente opposti al “cinema della realtà” praticato da Serena, Martoglio e altri, i “film da frac” ambientano le loro storie melodrammatiche nei salotti e nelle ville dell’alta borghesia e dell’aristocrazia, dispiegando strutture narrative ideate per mettere in mostra i loro attori e soprattutto le sue attrici. Questo ha avuto l’effetto di accentuare la loro presenza fisica e di trasformarli in star, probabilmente le prime stelle della storia del cinema. Il successo della “diva” ha contribuito allo sviluppo della grammatica cinematografica nel suo uso speciale del primo piano.

6.9 /1
5.5
HD
Thaïs (1917)

Thais è un film del 1917 diretto da Hugo Ballin e Frank Hall Crane. Tratto dal romanzo di Anatole France e accompagnato in sala dalle musiche di Jules Massenet, il film era interpretato da Mary Garden. Girato in Florida all’Anastasia Island, il film venne prodotto dalla Goldwyn Pictures Corporation che lo distribuì nelle sale USA il 30 dicembre 1917.

5.5 /1
6.8
HD
La guerra ed il sogno di Momi (1917)

Durante la prima guerra mondiale, il piccolo Momi ascolta il nonno leggere una lettera che il padre al fronte ha spedito alla famiglia, e, suggestionato dai racconti, si addormenta e sogna i suoi pupazzi dare inizio a una terribile e ironica battaglia.

6.8 /1
6.2
HD
Straight Shooting (1917)

Il bestiame Flint interrompe l’approvvigionamento idrico del contadino Sims. Quando il figlio di Sims, Ted, va a prendere l’acqua, uno degli uomini di Flint lo uccide. Cheyenne viene mandato a finire i Sims, ma trovando la famiglia nella fossa appena scavata, cambia squadra.

6.2 /1