1953

5.3
HD
La linea francese (1953)

La ricca Mary, stanca di essere amata dagli uomini solo per i suoi soldi, si imbarca sulla “Liberté” diretta in Francia. La donna scambia la sua identità con quella di un’indossatrice per scoprire se l’attore Pierre è davvero interessato a lei o al suo denaro.

5.3 /1
7.4
HD
Lili (1953)

I membri di una compagnia circense “adottano” Lili Daurier quando si ritrova bloccata in una strana città. Il mago che per primo viene in suo soccorso ha già dei coinvolgimenti romantici e la pensa come una bambina. A chi può rivolgersi se non ai burattini, cantando loro i suoi guai, dimenticando che ci sono i burattinai. Una folla si raccoglie intorno a Lili mentre canta. Il circo ha un nuovo atto. Adesso ha un lavoro. Riuscirà a soddisfare il desiderio del suo cuore?

7.4 /1
6.1
HD
Tempeste sul Congo (1953)

Ellen Burton arriva in Africa per unirsi alla dottoressa Mary come sua infermiera, portando la medicina moderna ai popoli nativi. Lonni Douglas, un allevatore di animali e cacciatore di fortuna, accetta di portarla a monte, nonostante i suoi dubbi sulla sua idoneità per l’Africa. Combattono contro gorilla fuggiti, nativi ostili, ferite di leone infette e stregoni ostili per raggiungere la loro destinazione e lungo la strada si innamorano. I loro interessi contrastanti condanneranno la loro storia d’amore?

6.1 /1
6.0
HD
Il cervello di Donovan (1953)

Lo scienziato Cory (Ayres) non riesce a salvare la vita del magnate Donovan, ma ne rimuove la materia grigia e la tiene segretamente in vita nel suo laboratorio. Affetto da delirio di onnipotenza, il cervello si impossessa della volontà di Cory, spingendolo all’omicidio. I pochi mezzi della produzione esaltano le qualità del film, uno degli horror più originali e carichi di suspence del cinema a basso costo. Ayres è bravo a rendere senza trucco, con la sola espressione facciale, la trasformazione di Cory che cade sotto il controllo del mostruoso cervello, ma poi non riesce a strozzare Nancy Davis (futura signora Reagan). Da un libro di Curt Siodmak, già adattato nel ’44 (“La donna e il mostro”) e poi rifatto nel ’62 (“L’uomo che vinse la morte”).

6.0 /1
6.7
HD
L’orfana senza sorriso (1953)

Dopo l’incendio del loro orfanotrofio, un gruppo di bambini viene trasportato a ovest in treno verso Manitoba. Tutti sono disponibili per l’adozione e in una sosta a Scourie, Ontario, la piccola Patsy incontra Victoria McChesney. Victoria e suo marito Patrick non hanno figli e lei decide subito di adottare la ragazza. L’unica condizione loro imposta è che poiché Patsy è stata battezzata cattolica romana, i protestanti McChesney accettano di crescerla come cattolica. Patsy è una ragazzina educata il cui unico vero problema è un bullo della scuola, anche lui uno degli orfani, che racconta di aver dato fuoco al loro orfanotrofio. I problemi sorgono quando il giornale locale insegue Patrick, il reeve cittadino e membro di spicco del suo partito politico. Patrick decide che non possono andare avanti con l’adozione. Patsy lo sente e scappa, ma lo fa proprio mentre la scuola prende fuoco. La comunità decide rapidamente che Patsy è responsabile, ma è Patrick che viene in sua difesa. Finisce tutto bene.

6.7 /1
6.9
HD
Schiava e signora (1953)

Rachel ha sposato un uomo malvagio e senza scrupoli. Quando conosce Andrew Jackson, giovane e stimato procuratore, si innamora di lui. Andata a vivere lontano dal marito Rachel ritrova Jackson e lo sposa c onvinta che il marito abbia chiesto e ottenuto il divorzio. Il procuratore intanto ha fatto carriera ed è ora in corsa per la carica di presidente degli Stati Uniti. Il divorzio però non era mai stato sancito e la coppia rischia lo scandalo. La storia è vera, ma più che un film storico è un melodramma. Tratto da un romanzo di Irving Stone.

6.9 /1
5.8
HD
La freccia insanguinata (1953)

Il capo degli esploratori Ed Bannon evita per un pelo un’imboscata agli Apache mentre lavora con la cavalleria di stanza a Fort Clark, in Texas. L’esercito americano sta cercando di parlare di pace con gli Apache e di trasferirli nelle riserve in Florida, e considerano gli sforzi di Bannon dannosi per le loro nuove politiche, quindi lo licenziano. Quando Torinada, il figlio del capo degli Apache, ritorna da un’istruzione orientale, Bannon diventa molto sospettoso delle sue motivazioni basate sugli scontri con Torinada in passato. Bannon continua a seguire i procedimenti con disappunto sia dell’esercito americano che del guerriero Apache.

5.8 /1
6.7
HD
La vergine sotto il tetto (1953)

L’architetto di successo Don Gresham (William Holden) ingaggia una giovane attrice, Patty O’Neill (Maggie McNamara), in una conversazione in cima all’Empire State Building, e lei accetta il suo invito a cena. Entrando nel suo appartamento lungo la strada, decidono di cenare lì mentre Patty si annuncia un’ottima cuoca. Don scivola fuori per comprare del cibo, e Patty viene visitata brevemente dalla sua ex fidanzata, Cynthia Slater (Dawn Addams), e non troppo brevemente, dal padre di Cynthia David (David Niven), un incantatore praticante di mezza età che, su di lei invito, resta a cena. Un lieve incidente al tavolo spinge Patty a cambiare il suo vestito con l’accappatoio di Don. Mentre Don è via a placare la gelosa Cynthia, David non perde tempo nell’offrire a Patty una proposta di matrimonio e un regalo di seicento dollari. Accetta quest’ultimo e viene sorpresa da Don in un bacio riconoscente a David. Don è ancora infuriato con Patty quando arriva suo padre e, indignato di scoprire sua figlia nell’appartamento di uno scapolo, lo bussa …

6.7 /1
6.3
HD
Il più comico spettacolo del mondo (1953)

Un clown di nome Tottons del circo Togni, obbligato a non decollare mai per non rivelare la propria identità, è continuamente perseguitato dalla gelosia di tre donne e perfino da un poliziotto.

6.3 /1
6.6
HD
Vortice (1953)

Per salvare il padre dal dissesto finanziario Elena lascia Guido e sposa Luigi. Tra i due non c’è nemmeno una parvenza d’amore, ma Elena non cede a Guido neppure quando il marito subisce un grave incidente. Poi Luigi viene ucciso ed Elena è accusata di uxoricidio. Fumettone che trasuda emozioni strappalacrime a ogni fotogramma. Solo che Matarazzo era un maestro in questo genere di film e sapeva come “parlare al cuore” del suo pubblico.

6.6 /1
6.5
HD
Villa Borghese

La storia mostra le vite di varie persone provenienti da diverse parti della società che in un giorno particolare passeggiano nel parco.

6.5 /1