1974

6.4
HD
Ufo… Annientate Shado. Uccidete Straker… Stop (1974)

Nel 20esimo secolo la Terra è minacciata da una razza aliena che rapisce e uccide umani e persino animali e li usa per le loro parti del corpo. Nel 1980 S.H.A.D.O. (Supreme Headquarters Alien Defense Organization), un’organizzazione militare altamente segreta, viene istituita nella speranza di difendere la Terra da questa minaccia aliena. Questa organizzazione opera da un luogo segreto sotto lo studio cinematografico Henderson-Straker a Londra. S.H.A.D.O. ha anche una base sulla luna con intercettori e un satellite di allerta precoce che rileva gli UFO in arrivo (chiamati SID) e gestisce una flotta di sottomarini. Il generale James Henderson e il comandante Ed Straker hanno una squadra di femmine e maschi altamente addestrati e ben equipaggiati per combattere gli UFO ostili regolarmente in arrivo.

6.4 /1
7.0
HD
L’inferno di cristallo (1974)

Doug Roberts, architetto, torna da una lunga vacanza e trova i lavori quasi completati sul suo grattacielo. Va alla festa quella notte preoccupato di aver scoperto che le sue specifiche di cablaggio non sono state seguite e che l’edificio continua a sviluppare cortocircuiti. Quando l’incendio inizia, Michael O’Halleran è il capo in servizio mentre una serie di audaci salvataggi punteggiano il terrore di un edificio troppo alto per combattere con successo un incendio da terra.

7.0 /1
5.0
HD
Prigione di donne (1974)

La splendida giovane turista francese Martine viene arrestata mentre è in vacanza in Italia. Dopo essere stata dichiarata colpevole di una falsa accusa di possesso di droga, Martine si ritrova incarcerata in un infernale penitenziario femminile dove le detenute sono soggette a torture mentali e fisiche da parte del personale e dei compagni criminali. Le cose si complicano quando scoppia una rivolta nella prigione.

5.0 /1
7.0
HD
Gang (1974)

Due detenuti evadono dal Mississippi State Penitentiary nel 1936 per unirsi a un terzo in una lunga serie di rapine in banca, il loro talento speciale e la fama. Il più giovane dei tre si innamora lungo la strada di una ragazza incontrata nel loro nascondiglio, l’uomo più anziano è un felice criminale professionista con una storia d’amore tutta sua, il terzo è un amante veloce e un gran bevitore appassionato del suo lavoro. I giovani innamorati iniziano a uscire dalla sfera in cui si sono conosciuti, un’ultima rapina a Yazoo City va male e mette una volta per tutte la banda alla banda come un’impresa redditizia, ma la storia non è ancora finita , poiché tutti e tre sono ricercati e noti uomini con punti di vista completamente diversi sulla situazione che si trovano ad affrontare.

7.0 /1
5.3
HD
Innocenza e turbamento (1974)

Un giovane seminarista torna dalla sua famiglia per riflettere sulla sincerità della sua vocazione mistica. Qui, in una ridente provincia siciliana, deve affrontare diverse tentazioni sessuali, incoraggiato anche dal nonno Don Salvatore, che soffre di satiria. Alla morte del nonno, Carmela, la giovane matrigna, scoraggerà definitivamente il seminarista dalle sue intenzioni religiose.

5.3 /1
5.6
HD
5 donne per l’assassino (1974)

Thriller su un giornalista che torna a casa da un incarico all’estero per trovare il suo bambino in ospedale e sua moglie morta. Il bambino non è suo, apprende il giornalista dall’amica dottoressa Lydia Franzi, perché è piuttosto sterile. Il giornalista Giorgio e Lydia diventano presto amanti, e lei sfugge per un pelo alle brutali mani dell’assassino (o degli assassini) che miete molte altre vittime in modo incredibilmente violento.

5.6 /1
7.2
HD
Black Christmas – Un Natale rosso sangue

È tempo di vacanze di Natale e le sorelle della confraternita fanno piani per le vacanze, ma le strane telefonate anonime iniziano a metterle sui nervi. Quando Clare scompare, contattano la polizia, che non esprime molta preoccupazione. Nel frattempo Jess sta progettando di abortire, ma il fidanzato Peter è decisamente contrario. La polizia inizia finalmente a preoccuparsi quando una ragazza di 13 anni viene trovata morta nel parco. Hanno creato un’intercettazione telefonica alla confraternita, ma saranno in tempo per prevenire un problema di logoramento della confraternita?

7.2 /1
6.4
HD
Sistemo l’America e torno (1974)

Un timido impiegato italiano viene inviato negli Stati Uniti per assumere un giocatore di basket di grande talento che dovrebbe aiutare la squadra locale dell’azienda a vincere.

6.4 /1
5.5
HD
Il Colonnello Buttiglione diventa Generale (1974)

Il colonnello Buttiglione inizia nel peggiore dei modi questo nuovo capitolo delle (dis)avventure sue e dei suoi subalterni: addirittura salta in aria, frantumandosi in mille pezzi. Ricomposto grazie a un prodigioso intervento chirurgico, può continuare a essere protagonista e spettatore delle demenziali “prodezze” di un esercito da camicia di forza. Ma pare proprio che qui debba concludersi la poco encomiabile serie. La prima apparizione cinematografica del personaggio valeva già poco, e la qualità non è certo andata migliorando un film dopo l’atro, con la costanza di una farsa rivolta al pubblico di più modeste pretese. Senza rimpianti.

5.5 /1
7.3
HD
Prima pagina (1974)

Quando Hildy Johnson, il miglior giornalista di un quotidiano di Chicago, annuncia che sta per dimettersi per sposarsi, il suo editore, Walter Burns, cerca disperatamente di fargli cambiare idea. Quando la negazione, la maledizione e l’adescamento non funzionano, Walter ricorre ai trucchi. È il giorno prima che un presunto comunista venga impiccato, e tutta Chicago aspetta con il fiato sospeso. Nel frattempo, ciascuno dei giornali della città ha un uomo sulla storia che cerca di ottenere uno scoop o un angolo per se stesso. Con un treno da prendere a mezzanotte per raggiungere il suo fidanzato, Hildy all’inizio non è interessato, ma gli eventi e le sue stesse abitudini lavorano contro di lui man mano che la giornata si svolge, e non può fare a meno di essere coinvolto, soprattutto quando l’uomo da essere fugge eseguito e poi cade quasi letteralmente in grembo.

7.3 /1
4.8
HD
10 bianchi uccisi da un piccolo indiano (1974)

Un gruppo di bianchi massacra tutti gli abitanti di un villaggio pellerossa per impadronirsi delle loro terre. Un giovane indiano cercherà vendetta per quanto accaduto.

4.8 /1
7.8
HD
La conversazione (1974)

Harry Caul è un cattolico devoto e un amante della musica jazz che suona il sassofono mentre ascolta i suoi dischi jazz. È un esperto di sorveglianza elettronica con sede a San Francisco che possiede e gestisce la sua piccola attività di sorveglianza. È rinomato nella professione come il migliore, colui che progetta e costruisce le proprie apparecchiature di sorveglianza. È un uomo estremamente riservato e solitario sia nella sua vita personale che professionale, il che infastidisce soprattutto Stan, il suo socio in affari che spesso si sente escluso da ciò che sta accadendo con il loro lavoro. Questa privacy, che include non far entrare nessuno nel suo appartamento e telefonare sempre ai suoi clienti dai telefoni pubblici, è, in parte, destinata a controllare ciò che accade intorno a lui. L’ultimo lavoro suo e di Stan (difficile) è registrare la discussione privata di una giovane coppia che si incontra nell’affollata e rumorosa Union Square. L’accordo con il suo cliente, noto solo a lui come “il regista”, è quello di fornire la registrazione audio della discussione e le fotografie della coppia direttamente a lui solo dietro pagamento. Basandosi sulle circostanze con l’assistente del regista, Martin Stett, e su ciò che Harry sente alla fine nella registrazione, Harry crede che la vita della giovane coppia sia in pericolo. Harry era distaccato da ciò che registrava, ma ora è preoccupato dalla morte di tre persone che è stata il risultato diretto di una precedente registrazione audio fatta per un altro lavoro. Harry non deve solo decidere se consegnerà la registrazione al regista, ma anche se proverà a salvare la vita della coppia utilizzando le informazioni della registrazione. Mentre Harry va alla ricerca di cosa sta succedendo esattamente in questo caso, si ritrova nel bel mezzo del suo peggior incubo.

7.8 /1
6.4
HD
Il domestico (1974)

Tre eserciti: quello italiano nei giorni dell’armistizio, quello tedesco, quello americano. Un produttore cinematografico, un nobile romano, un’ambigua coppia di coniugi, un petroliere con intrallazzi politici e la sua consorte. Infine, i compagni di cella nella galera in cui si conclude la sua parabola. Questi, in successione, i “datori di lavoro” del domestico Zazà, animato da un’incoercibile vocazione al servizio.

6.4 /1
4.9
HD
Il mio nome è Scopone e faccio sempre cappotto (1973)

Il pistolero Dallas si gioca una ricca eredità a poker con la bella Glenda. Western comico che non appassiona e non diverte. Steffen è in realtà Antonio De Teffé.

4.9 /1
5.4
HD
L’ululato del lupo (1974)

Un esperto cacciatore del New England, ritiratosi da tempo, viene chiamato dagli abitanti di una cittadina per cercare di fermare le scorrerie nella zona di un grosso lupo. L’uomo accetta di sistemare qualche trappola per catturare la bestia. Che però sfugge a tutti gli agguati. Il cacciatore comincia a sospettare che il furbo animale non sia semplicemente un lupo. Alla chiara luce della luna piena un licantropo semina il terrore nella regione. Il film è tratto da un racconto di Richard Matheson. Un buon adattamento per la Tv.

5.4 /1
5.7
HD
L’arbitro (1974)

Arbitra l’incontro il signor Carmelo Lo Cascio di Acireale. E il signor Lo Cascio è proprio un uomo tutto d’un pezzo, un maniaco dell’imparzialità e dell’onore. Tutto finché una sera conosce la giornalista Elena Sperani. Inizia tra i due una relazione segreta che mina l’integrità fisica di Carmelo (costretto a ricorrere alle anfetamine per arbitrare) e soprattutto quella psichica.

5.7 /1
5.7
HD
Esecutore oltre la legge (1974)

Su una spiaggia di Nizza, François incontra la misteriosa Peggy e se ne innamora. Seguendola in una villa, incontra Marc, un avvocato che ha uno strano rapporto con la ragazza. Marc dice a François che Peggy è una tossicodipendente: uccide gli uomini che le si avvicinano.

5.7 /1
5.7
HD
Peccato veniale (1974)

Sedici anni, Sandro è al mare con il padre affamato di sesso quasi quanto lui e la madre distratta. Il gruppo è raggiunto dalla cognata del ragazzo (Antonelli), che lo inizierà alle gioie del sesso. Commedia dall’erotismo ruspante, come si usava allora, che imita “Malizia”. Adeguate le musiche di Fred Bongusto, professionale come sempre la fotografia di Tonino Delli Colli.

5.7 /1
5.5
HD
Delitto d’autore (1974)

Una ricca contessa viene avvertita che se regala un prezioso dipinto come primo premio in un concorso musicale, l’unica cosa che viene data in palio sarà la morte. In rapida successione, il dipinto viene rubato, la contessa assassinata, sua nipote rapita e la polizia sconcertata mentre gli omicidi continuano.

5.5 /1
6.5
HD
Virilità (1974)

In un piccolo paesino della Sicilia, don Vito si ritrovare a dover salvare la reputazione del figlio Roberto, che appena tornato dalla Sicilia non accetta di prendere in moglie, così come combinato, la giovane Lucia. Decide così di mettere in giro la voce che la sua seconda e giovane moglie lo tradisce proprio con Roberto…

6.5 /1
N/A
HD
Dove incominciano le gambe (1974)

Piero Bargellini filma attimi di vita familiare: la compagna Oriana, la figlia Rebecca e un fiore.”

N/A /1
6.4
HD
Ultimatum alla polizia (1974)

In una piccola città francese tutto procede come al solito e la gente sembra gentile e di buon carattere finché un giorno due donne arrivano da Parigi. Un uomo scende dallo stesso autobus e quella stessa notte afferra le due donne e chiede come riscatto la ragazza più bella della città. Dopo lo shock iniziale, il sindaco, suo fratello, il prefetto, la polizia e la gendarmeria si riuniscono intorno alla casa dove sono rinchiuse le due donne. Sarà un test per tutti e ognuno di loro mostrerà di che pasta è fatto, mostrando la propria ipocrisia, meschinità o umanità celata dietro la rispettabilità provinciale.

6.4 /1
7.4
HD
Farfallon (1974)

Un uomo che ha tentato di uccidere la moglie infedele va in prigione, scappa, finisce in convento, insegna alle suore a fare i biscotti, viene nuovamente catturato e prima di tornare in prigione cerca di vendicarsi di nuovo. Alla fine riuscirà a uccidere sua moglie?

7.4 /1
6.9
HD
Viva D’Artagnan (1974)

D’Artagnan ei suoi compagni moschettieri devono contrastare i piani del cardinale Richelieu per usurpare il potere di re Luigi XIII.

6.9 /1
5.0
HD
Un fiocco nero per Deborah (1974)

Deborah e Michel sono sposati da otto anni senza avere figli perché Deborah è sterile. Questo fatto diventa per lei un’ossessione e la donna ha riversato tutto il suo affetto su Igor, il cane. Poi una notte, al ritorno da un esperimento di parapsicologia durante il quale si erano verificati strani fenomeni, Deborah e Michel assistono a un incidente d’auto. E quando arrivano a casa Igor inizia ad abbaiare forte a Deborah.

5.0 /1
6.7
HD
Zozza Mary, pazzo Gary (1974)

Un giovane corridore automobilistico, troppo povero per poter acquistare una buona vettura, d’accordo col suo meccanico organizza, per procurarsi il denaro, un sequestro di persona. L’impresa riesce. I due, inseguiti dalla polizia, dopo aver fatto un’ecatombe di macchine, finiscono però tragicamente la loro corsa contro il locomotore di un treno.

6.7 /1
7.0
HD
Milady – I quattro moschettieri (1975)

Le celebri avventure degli spadaccini fedeli ai regnanti, contro i torbidi intrighi del Cardinale e del suo agente più perfido, la bellissima Milady. Seconda parte de “I tre moschettieri”, girato da Lester insieme a questo, è una rivisitazione libera e ariosa, molto ironica e con attori che si prendono in giro. Quasi una parodia.

7.0 /1
6.4
HD
Dinamite, agguato, pistola (1974)

La storia coinvolge un complotto supremista bianco per contaminare l’approvvigionamento idrico degli Stati Uniti con una tossina innocua per i bianchi ma letale per i neri. Gli unici ostacoli che si frappongono a questo piano vile sono Jim Brown, Fred Williamson e Jim Kelly, che sparano, calciano e fanno karate fino alla vittoria finale.

6.4 /1
7.9
HD
Il fantasma della libertà (1974)

Nel prologo, anno 1808, assistiamo alla fucilazione di patrioti e di un ufficiale profanatore di tombe. Poi si passa al presente, ed ecco un uomo che mostra a due bimbe foto “oscene” dei monumenti di Parigi, un assassino messo in libertà, la repressione di una manifestazione che inneggia alle catene…Le convenzioni sociali della borghesia, perfidamente rovesciate, rivelano tutto il loro assurdo. Uno dei film più limpidi e divertenti del tardo Buñuel, che recupera una acredine inconciliata insieme ad una olimpica semplicità. L’ultima immagine è il primo piano di un surreale e distante struzzo.

7.9 /1
7.4
HD
Harry e Tonto (1974)

Quando il suo condominio viene abbattuto, un newyorkese in pensione per tutta la vita va in un’odissea in campagna con il suo amato gatto Tonto.

7.4 /1